Polaris nel Cebano

Polaris e il Servizio Socio Assistenziale dell'Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana Alta Valle Bormida realizzano sul territorio un progetto che propone interventi socio-educativi e riparativi, attività di responsabilizzazione e prevenzione. La difficoltà e l’importanza del progetto risiedono nella capacità di coinvolgere un territorio vasto che coinvolge 36 comuni.

Questo progetto interviene principalmente in tre tipologie di interventi:

1.   INTERVENTI SOCIO-EDUCATIVI E RIPARATIVI

Ovvero la presa in carico dei casi di penale minorile da parte dell’Assistente Sociale di territorio in modo individuale. Quest’area ha come obiettivo lo sviluppo di un modello di progettazione partecipata e la creazione di nuove collaborazioni e partnership tra Enti Gestori e USSM. Le ricadute attese del progetto sono relative sia alla contaminazione di pratiche innovative nei servizi pubblici, sia all’attivazione di nuovi servizi privati, tramite il coinvolgimento attivo delle realtà aggregative e produttive del territorio.

 

2.   INTERVENTI DI RESPONSABILIZZAZIONE E DI RIPARAZIONE

Anche in quest’area l’obiettivo principale è di rafforzare e migliorare un sistema coordinato e articolato di interventi a favore dei minori e giovani adulti circuito penale. Si tratta per esempio di assegnare a ogni ragazzo un’unica figura di riferimento, un educatore professionale individuato che si occupi dei contatti con le Agenzie per il lavoro del territorio, del tutoraggio e dell’accompagnamento educativo nei percorsi delle AUS ( Attività Utili Socialmente), dei percorsi di inclusione attiva nel mondo del lavoro, in particolare quelli previsti dal Piano Regionale “Garanzia Giovani”. La ricerca di lavoro è indirizzata con particolare riguardo verso le aziende agricole aperte ad esperienze di agricoltura sociale e in direzione di altre opportunità innovative. Inoltre si prevede di rafforzare i legami sociali dei ragazzi coinvolti tramite il implicazione di realtà aggregative giovanili sportive e musicali nel progetto.

 

3.    INTERVENTI DI PREVENZIONE

Gli interventi di prevenzione sono articolati all’interno del progetto come.te che prevede:

  • Laboratori scolastici: incontri formativi/informativi per gli alunni della scuola secondaria di primo grado, sia sulle tematiche specifiche dell’età adolescenziale (come la pubertà, le relazioni sociali e affettive), sia sui comportamenti a rischio penale (bullismo, vandalismo). Questi ultimi avverranno, oltre che in collaborazione con le forze dell’ordine, anche con la presenza di educatori professionali e psicologi al fine di porre l’accento sulle dinamiche personali e relazionali dei comportamenti a rischio penale ed ai meccanismi di coinvolgimento col gruppo dei pari .
  • Sportello educativo di ascolto: rivolto alla Scuola Secondaria di secondo grado. Lo scopo è prevenire, tremite l'ascolto, problematiche scolastiche o comportamentali, come il bullismo.
  • Eventi extrascolastici: dedicati agli adolescenti (ad es. tornei, spettacoli teatrali, interventi su social network,ecc…) al fine di migliorare i processi di socializzazione tra minori e rafforzare i legami sociali tra pari.
  • Attività di cura degli spazi pubblici: analogamente agli eventi extrascolastici, l’attività di cura di aree pubbliche attraverso realizzazione di murales o di gestione di zone verdi permette di intervenire non solo sui processi di socializzazione e sostegno dei legami sociali ma anche di cooperazione positiva con gli altri ed educazione alla cura e al rispetto dei beni e spazi comuni.
  • Serate informative e di confronto per adulti sui temi del rapporto con i ragazzi, con l’intervento di educatori e psicologi. L’idea è di creare un momento in cui gli adulti possano condividere pensieri, riflessioni ed esperienze al fine di trovare, tramite dei punti di contatto nella gestione ed educazione dei figli e dei ragazzi. Tra i temi rilevanti anche quello dell’educazione alla legalità in un’ottica di coinvolgimento e partecipazione dei servizi educativi e preventivi.

 

Il Servizio Socio Assistenziale dell’Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana - Alta Valle Bormida comprende 36 Comuni: Alto, Bagnasco, Battifollo, Briga Alta, Camerana, Caprauna, Castelnuovo di Ceva, Castellino Tanaro Ceva, Cigliè, Igliano, Garessio, Gottasecca, Lesegno, Lisio, Marsaglia, Mombarcaro, Mombasiglio, Monesiglio, Murazzano, Montezemolo, Nucetto, Ormea, Paroldo, Perlo, Priero, Priola, Prunetto, Roascio,Roccacigliè, Sale delle Langhe, Sale San Giovanni, Saliceto, Scagnello, Torresina, Viola.